Cecilia Mentasti + Carlotta Mansi

Contre-jour col. 004 YLW
I
nstallazione site-specific esposta nel 2020 a Villa Cantaluppi Giuliani (Brunate, Como).

Nel contesto di Villa Cantaluppi-Giuliani l’installazione Contre-jour col. 004 YLW assume una valenza rievocativa. L’edificio, in passato esempio di architettura Liberty di inizio XX secolo, negli ultimi decenni ha subito importanti e grossolane ristrutturazioni; le riverniciature interne, hanno coperto quasi interamente i motivi tipici dell’epoca. Nell’immaginario comune, il movimento Liberty viene percepito come mero stile decorativo ed estetico, questo in realtà nacque dall’esigenza di contrastare quel sentimento meccanico legato alla nascita dell’industrializzazione, proponendo un ritorno alla natura e cercando adesione a uno stile di vita sano, minacciato da una galoppante era industriale. Contre-jour col. 004 YLW è un arazzo di sette metri in carta tessuta che riporta una scomposizione e ricomposizione dei motivi floreali-Liberty di Villa Cantaluppi-Giuliani, elementi distrutti e viziati negli ultimi decenni; una testimonianza: il passaggio dell’uomo nel suo tempo.

Cecilia Mentasti

18 artworks that couldn’t fit in a window, 2021
azione performativa, struttura in legno, guanti bianchi
durata 40’

Carlotta Mansi

Biografia

Carlotta Mansi si diploma presso l’Accademia di Belle Arti di Brera, dopo aver fatto esperienze di studio al Kensington and Chelsea College London e all’Universität der Künste Berlin. Durante gli anni accademici studia le tecniche della tessitura con Paola Besana a Milano e Graziella Guidotti a Firenze. Attualmente collabora con aziende tessili nella ricerca e sviluppo prodotti e porta avanti la sua ricerca artistica. Tra i progetti ai quali ha partecipato ci sono: “PROSSIMITÀ”, solo show, Palazzo Stucchi (CO); “TRAMANDA”, group show, Imbiancheria del Vajro, Chieri (TO); “Con la coscienza nel fosso”, group show, Museo Botanico Aurelia Josz, Milano; “Resonanzen II”, group show, Barkenhoff, Heinrich-Vogeler-Museum, Worpswede, Germany.